Si concluderà oggi alle 14,30 presso il Salone d’Onore della Triennale di Milano Lab4energy, il progetto di Eni realizzato in collaborazione con la Fondazione Eni Enrico Mattei, che ha coinvolto 24 ragazzi provenienti da 8 scuole superiori italiane.

Nell’ambito delle attività di didattica digitale promosse da eniscuola (attraverso il sito wwww.eniscuola.it), Lab4energy ha affidato ai presidi di alcune scuole superiori italiane (istituti tecnici e licei scientifici) di Brindisi, Potenza, Ravenna, Genova, Ferrara, Mantova, Roma e Milano la selezione tra i loro studenti dei tre più meritevoli iscritti al quarto anno. I requisiti richiesti sono stati la media dell’otto nelle varie materie scolastiche e una buona conoscenza della lingua inglese. L’idea è stata quella di trattare con un alto profilo scientifico e sotto diversi punti di vista i temi cruciali dell’energia contribuendo alla costruzione del senso critico nei giovani.

Dal 21 gennaio, al di fuori dell’orario scolastico, i ragazzi hanno incontrato on line (dal PC di  casa o attraverso postazioni messe a disposizione della scuola), con l’utilizzo di una piattaforma creata ad hoc, trentadue docenti di fama internazionale, tra cui Reyerd Gerlagh della Tilburg University, Sir Harold W. Kroto, premio Nobel per la Chimica nel 1996, Nora Selmet dell’International Energy agency, Sergio Carrà, Accademico dei Lincei,  Alberto Clò, professore di Economia applicata all’Università di Bologna, e professori del Politecnico di Milano e di altre università italiane, oltre a importanti manager del mondo dell’energia, tra i quali l’Amministratore Delegato di Eni, Paolo Scaroni.

Durante le lezioni della  durata  di 60-90 minuti, gli studenti hanno potuto interagire con i docenti in diretta  chat e porre domande e richieste di approfondimento in tempo reale.

Domani in Triennale la giornata conclusiva. I ragazzi, divisi in gruppi e moderati da Riccardo Luna –  giornalista, presidente di Wikitalia e direttore responsabile di CheFuturo! – davanti a un pubblico di studenti e manager provenienti dal mondo dell’energia, si “sfideranno” con una presentazione sul modello TED (Technology, Entertainment, Design – www.ted.com) della durata massima di 12 minuti, su uno degli argomenti trattati. Il miglior gruppo, scelto dal comitato scientifico in cui sono presenti rappresentanti di Eni, Legambiente, professori universitari e rappresentanti di scuola, vincerà una settimana a Boston, con visite al campus del Massachusetts Institute of Technology – MIT e incontri con professori e studenti della prestigiosa università americana, eccellenza nella ricerca mondiale.