Eni, nell’ambito del Bid Round Internazionale competitivo EGAS 2012, si e’ aggiudicata un blocco esplorativo (Blocco 9) nelle acque profonde egiziane del mediterraneo orientale.

Eni, attraverso la sua controllata IEOC, diventa operatore del blocco e ne detiene la quota del 100%.
Il blocco, denominato anche Shorouk Offshore, copre un area di 3.765 chilometri quadrati  ed è  localizzato a una profondità  d’acqua tra i 1.400 e 1.800 metri.

L’acquisizione di questo nuovo asset consolida ulteriormente la posizione di Eni in Egitto, dove la società  è presente dal 1954 ed è il principale produttore con una produzione in quota propria (equity) pari a circa 234.000 barili di olio equivalente al giorno.