Esche commestibili, contenenti prodotti chimici per il controllo dei roditori possono rappresentare un rischio per la salute umana e per quella degli animali a noi vicini. I mezzi chimici di controllo dei roditori dovrebbero essere l’ultima scelta. Prima di utilizzare queste esche dovrebbero essere esplorate le alternative, come ad esempio le trappole. Il problema si pone, in particolare, quando si vuole procedere alla derattizzazione degli edifici, pubblici o privati, con le esche sistemate dentro e fuori le costruzioni e, quindi, raggiungibili da adulti, bambini e animali domestici. Ovviamente, l’esca non deve venire a contatto di cibi e bevande. La presenza di topi e’ ormai diffusa nelle citta’ e, per contrastarne il fenomeno, i condomini spesso ricorrono ad esche per i roditori che possono creare problemi per contatto o ingestione; in tal caso bisogna ricorrere al medico riportando la tipologia dell’esca.

Primo Mastrantoni, segretario Aduc