Luglio e agosto sono i mesi dedicati alle vacanze solitamente, ma anche alle gite fuori porta di una sola giornata o ai weekend, con la inevitabile conseguenze che si lasciano le case vuote. Le abitazioni incustodite, purtroppo, possono rappresentare un’occasione per i ladri di appartamento che, malauguratamente, non vanno mai in ferie e, in questa stagione sono maggiormente attivi!
Per tale ragione, care lettrici , è bene avere a mente alcuni consigli per sventare i furti nella propria abitazione e non trovare sorprese al rientro.
1 -Innanzitutto, durante l’assenza non lasciare mai in casaoggetti di valore, gioielli e,contanti: si consiglia il noleggio di una cassetta di sicurezza messa a disposizione da una banca.
2 Ricordiamoci di chiudere bene la porta di ingresso e tutti gli altri possibili accessi, in particolare le finestre, i cortili interni e le terrazze attivando, qualora fossero presenti, i sistemi di antifurto elettronico.
3 i social network possono risultare un’arma a doppio taglio e spargere ai quattro venti la notizia della propria villeggiatura potrebbe avere brutti risvolti: mai comunicare al mondo intero quando è che si e fuori per vacanza!.
4-Altro consiglio è quello di intrattenere rapporti con i vicini al fine di attuare una reciproca collaborazione in caso di rumori sospetti sul pianerottolo o nell’appartamento.
5- Di grande utilita sarebbe lasciare le chiavi di casa a una persona di fiducia che effettui visite regolari all’interno dell’abitazione
6 Mi lasciare messaggi registrati sulla segreteria telefonica de;l telefono fisso, fornendo informazioni sul periodo di assenza, chiunque potrebbe avvalersi di tale informazione
7 –Dal film”mamma ho perso l’aereo “abbiamo appreso che, se l’assenza è breve, conviene lasciare qualche luce accesa, la radio o il televisore in funzione, simulando così la presenza di qualcuno in casa.
8 – Se tornando rientrando dopo una lunga assenza, si trova la porta aperta si consiglia di non entrare perché potrebbe si potrebbe cogliere il ladro in flagranza scatenandone la reazione Meglio chiamare subito il 113 o il 112.