Prende il via oggi da Milano, l’iniziativa di Poste Italiane dedicata all’e-commerce realizzata in collaborazione con diciannove Associazioni dei consumatori e Netcomm, il Consorzio del Commercio elettronico italiano. Promuovere la cultura del commercio elettronico attraverso un piccolo manuale “E@sy commerce” per acquistare in Rete con facilità e sicurezza, è l’obiettivo del vademecum presentato oggi e disponibile in 1.100 uffici postali della Lombardia.
E@asy commerce spiega tutto ciò che c’è da sapere sul commercio elettronico: dalle informazioni basilari sul settore, ai trend, dai siti più sicuri e affidabili a come comprare via internet fino a quali accortezze usare per fare acquisti sicuri, al processo di acquisto e i suoi meccanismi, gli strumenti di pagamento, con le carte prepagate e ricaricabili e le raccomandazioni per mettere al riparo i lettori dalle frodi online.
Poste Italiane punta molto sullo sviluppo dell’eCommerce: nel primo quadrimestre 2015 stiamo assistendo ad un incremento costante dei volumi pari a 203 mila pacchi in più rispetto allo stesso quadrimestre 2014. Forte della sua capillarità sul territorio e sulla possibilità di integrare le piattaforme logistico-postali con quelle di pagamento digitale, settore in cui è leader nazionale con 14 milioni di carte prepagate emesse sul mercato, Poste Italiane sta quindi interpretando nel quadro del nuovo Piano industriale il ruolo di motore di sviluppo inclusivo per assicurare a tutti i cittadini, le imprese e la Pa l’accesso all’economia digitale attraverso servizi sicuri, semplici e affidabili.
Secondo le stime di Netcomm in Lombardia si concentra il 22% degli acquisti online italiani e gli acquirenti sono più assidui in questa regione che nel resto d’Italia. Anche la frequenza e lo scontrino medio sono più elevati che nel resto della penisola (media nazionale 3,4 acquisti online pro-capite per 90 euro ad acquisto) e ci sono più donne eShopper rispetto alla media nazionale (che vede il 57% di uomini eShopper).