Sui compensi accordati ai vertici delle nuove Banca Marche, Etruria, Carife e Carichieti, dovrà pronunciarsi la Corte dei Conti, per una valutazione di congruità. Lo afferma il Codacons, che annuncia la presentazione di un esposto alla magistratura contabile sui 400mila euro annui che percepirà Roberto Nicastro e sui 2,4 milioni di euro che costeranno complessivamente i vertici dei 4 istituti salvati dal decreto del governo.
“Dal momento che il salvataggio delle 4 banche è stato realizzato, a differenza di quanto vorrebbe far credere il Governo, ricorrendo in parte a soldi pubblici, riteniamo doveroso coinvolgere la Corte dei Conti attraverso un apposito esposto – spiega il Presidente Carlo Rienzi – I cittadini hanno il diritto di sapere se i compensi elargiti ai vertici delle 4 nuove banche siano giustificati, e la magistratura contabile dovrà ora accertarne la correttezza e la congruità”.