In prossimità delle vacanze, quando ci si accinge a partire, incombe la preoccupazione di lasciar la casa incustodita e subito si corre dal vicino per chiedergli di vigilarla in nostra assenza.

Dal 2008, in concomitanza con l’inizio della crisi economica, c’ è stato in tutta Europa un aumento dei furti nelle abitazioni e, come sempre, l’Italia si mostra come vincitrice della nefasta classifica.

Una ricerca del centro Transcrimine dell’Università Cattolica di Milano e dell’Università di Trento ha scoperto che in Italia i furti nelle case hanno delle caratteristiche che variano nello spazio e nel tempo. Dal 2013 il reato sopraindicato presenta un aumento di quasi il 2% e le città con il tasso di concentrazione più alto risultano Ravenna, Asti, Torino, Pavia e Lucca.

La ricerca ha esaminato le città di Milano, Roma e Bari e ha identificato ben 13 fattori di rischio legati alle rapine nelle abitazioni. Differentemente a quanto si possa pensare, le case soggette ai furti non sono quelle isolate, bensì i condomini nei centri storici o nelle zone residenziali con elevati valori immobiliari al metro quadrato, dove è presente, secondo i ladri, una maggiore possibilità di guadagno.

Lo studio effettuato ha preso in esame i furti del 2014 e li ha confrontati con modelli previsionali creati ad hoc per ogni città analizzata. L’esito dell’esperimento ha mostrato a Milano una corretta previsione di quasi il 30% del totale delle infrazioni domestiche, a Bari del 41,6% e a Roma del 47%.

I modelli sono risultati funzionanti, ma la maggior parte dei comuni italiani non sembra essere interessata a politiche di prevenzione. Mentre in Inghilterra o negli Stati Uniti le “predictive policing” hanno portato ad una riduzione dei furti, in Italia si continua a non curarsene si è costretti a scoraggiare i malintenzionati con i classici rimedi come lasciar la luce accesa o attivare semplici antifurti sonori.

Codici consiglia ai cittadini di tenere attivo il passaparola tra i vicini quando possibile, avvisare di una partenza persone di fiducia risulta  il più efficace dei sistemi di prevenzione dei furti. Chiudere bene le abitazioni evitare le dimenticanze e avvisare le forze dell’ordine al minimo sospetto.