Seguici su

News

Finanza. Scopriamo cosa è un conto corrente a pacchetto

Pubblicato

il

 

Le banche offrono diverse tipologie di conti correnti, caratterizzate ciascuna dai propri pro e contro…

 

Se frequentate abitualmente una banca avete sicuramente sentito parlare di diverse tipologie di conti correnti. Tra le tante a disposizione è possibile fare una riduzione a tre macrocategorie:

–          I conti ordinari, anche noti come conti a consumo. Conti in cui le spese e le commissioni addebitate dipendono dal numero di operazioni che effettuiamo (ad un maggior numero di transazioni e operazioni corrisponde un maggior volume di spesa).

–          I conti in convenzione. Conti che beneficiano di sconti e/o agevolazioni specifiche, figlie di accordi precisi tra banca e cliente.

–          I conti a pacchetto. Questi ultimi prevedono il pagamento di un canone forfettario, che esclude il pagamento dei singoli servizi e delle singole operazioni.

Nell’articolo di oggi ci occuperemo nel dettaglio di questi conti a pacchetto, dando qualche informazione utile sul loro funzionamento. Ad esempio è sicuramente importante sapere che in alcuni casi il canone di cui sopra può comprendere anche servizi non direttamente legati alle transazioni sul conto: servizi quali carta di credito, home baking, bancomat, ma anche cassette di sicurezza, gestione del risparmio ed assicurazioni.

Se si parla di conti correnti a pacchetto è bene poi distinguere tra quelli con e quelli senza franchigia: nel caso dei primi il canone include un numero limitato di operazioni gratuite, nel caso dei secondi le operazioni gratuite sono illimitate.

Ogni caso è ovviamente storia a sé, ma tendenzialmente tutti coloro che fanno uso frequente del proprio conto corrente tendono a preferire una soluzione a pacchetto. Il consiglio che noi di CODICI ci sentiamo di darvi è quello di verificare con cura ed in anticipo il numero e la tipologia di operazioni incluse nel canone: questo per non rischiare di dovere sborsare cifre non preventivate in caso di operazioni extra.

Detto ciò il semplice costo annuo di un conto corrente a pacchetto non permette di farci un’idea concrete della sua convenienza. Da questo punto di vista sarebbe sempre bene verificare il cosiddetto ISC, ovvero l’Indicatore Sintetico di Costo: una voce che si trova all’interno dei fogli informativi sui conti correnti, che ci permette di individuare il costo indicativo annuo di un conto prendendo in considerazione diversi possibili profili di utilizzo e di operatività.

Se avete bisogno di chiarimenti o consulenze sui servizi bancari, potete rivolgervi allo sportello legale di CODICI cliccando sul link http://www.codici.org/servizi-bancari.html, telefonando al numero 065571996 o inviando una mail all’indirizzo segreteria.sportello@codici.org.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

News

Modem libero, successo dell’evento di MDC

Pubblicato

il

Modem Libero: Grande successo per il II Workshop Nazionale sulla Net Neutrality organizzato ieri pomeriggio a Milano dal Movimento Difesa del Cittadino

Cittadini, professionisti, operatori del settore, giornalisti e comunicatori, hanno partecipato al Workshop nazionale di Modem Libero, tenutosi ieri pomeriggio a Milano ed organizzato dal Movimento Difesa del Cittadino, nell’ambito della campagna avviata all’interno della Free Modem Alliance.

Un importante momento di condivisione, un confronto aperto e costruttivo sulla Net Neutrality, sull’importanza del riconoscimento dei nostri diritti, sulla consapevolezza di come internet e le nuove tecnologie possano essere al servizio di tutta la collettività, incondizionatamente.

Un momento di crescita e consapevolezza, di ricognizione e informazione. L’opportunità offerta agli intervenuti di conoscere il senso profondo della norma europea, che in Italia viene sistematicamente violata; l’UE ha stabilito la libertà di scelta dei dispositivi e dei modem, imponendo una maggiore trasparenza nei confronti dei consumatori, intimando  agli operatori  la necessità di fornire notizie sulla libertà di scelta da parte degli utenti, circa il costo e l’acquisto, che potrà essere fatto non necessariamente tramite la compagnia telefonica.

Prezioso il contributo offerto dai relatori, tra i maggiori esperti del settore e membri della Free Modem Alliance, che in un abbraccio sinergico con il pubblico hanno messo a disposizione il proprio sapere ed ascoltato le sollecitazioni giunte dalla sala.

Sono intervenuti l’Avv. Francesco Luongo (Presidente Nazionale MDC) , la Dott.ssa Lucia Moreschi (Coordinatrice Regionale MDC Lombardia), Ivan Catalano (Esperto della rete già Deputato nella XVII legislatura), Gabriele Matteo Fiorentini (Giurista e responsabile coordinamento della Free Modem Alliance), Kostas Papadopulos (Allnet Italia) Giovanni Zorzoni (Consigliere Associazione Italiana Internet Provider -AIIP).

<<E’ stata una grande occasione di incontro e confronto, scambio e condivisione. Tutti insieme abbiamo cercato di fornire gli strumenti per difenderci, per combattere abusi ed imposizioni, per garantire e difendere i principi di libertà e trasparenza – spiega Francesco Luongo, Presidente Nazionale di MDC –  Grazie alla preziosa partecipazione degli esperti della Free Modem Alliance e di tutti i cittadini ed operatori del settore e professionisti della comunicazione intervenuti, si è costruito un bellissimo brainstorming che ha prodotto un risultato straordinario, in termini di informazione, sensibilizzazione e progettualità>>.

 

 

Continua a leggere

News

L’energia diventerà Moneta. Lo dice il futurista Federico Pistono

Pubblicato

il

 

 

Se vuoi sapere di più di questi temi, partecipa allo SHAPING VISIONARI del 18 e 19 giugno a Roma. Ultimi posti disponibili, per registrarsi usa questo Link e se vuoi essere ospite con sconto di Luigi Gabriele usa il codice promozionale con abbattimento del 70%  già inserito nel link .

Ci vediamo a Roma.

 

 

 

Continua a leggere

News

Benzina, sfonda la soglia di 2 euro a litro

Pubblicato

il

Il prezzo della benzina ha sfondato in Italia la soglia psicologica dei 2 euro al litro. Lo denuncia il Codacons, che segnala il rialzo dei listini dei carburanti con effetti enormi sui prezzi al dettaglio in tutti i settori.

“Sull’Autostrada del Brennero i distributori hanno adeguato i listini alla pompa con prezzi che raggiungono 2,08 euro al litro per la benzina – spiega il presidente Carlo Rienzi – I rincari però si registrano da settimane in tutta Italia, al punto che il nostro paese ha raggiunto il secondo posto in Europa per il prezzo del gasolio, secondi solo alla Svezia. Una situazione che impatta in modo pesante sulle famiglie, con rincari a cascata dei prezzi al dettaglio in tutti i settori, come certificato dagli ultimi dati Istat sull’inflazione”.

“Il Governo aveva promesso un intervento sulle accise che gravano sui carburanti, ma finora nessun provvedimento al riguardo è stato annunciato – prosegue Rienzi – Salvini e Di Maio devono intervenire con urgenza perché rincari e speculazioni sui carburanti determinano conseguenze negative sull’intera economia nazionale. Basti pensare che senza il peso delle tasse, l’Italia crolla dal secondo al 17° posto in Europa per il caro-gasolio”.

Continua a leggere