L’Autorità garante della concorrenza ha deliberato una ulteriore sanzione di 400.000 euro a carico di Ryanair per aver continuato ad addebitare un costo aggiuntivo del 2% a coloro che acquistavano on line i biglietti della compagnia nel caso di pagamento con carta di credito.

Solo dal 7 febbraio 2013, Ryanair ha finalmente incluso nel costo dei biglietti anche il costo di tale transazione, garantendo al tempo stesso uno sconto a coloro che pagano con delle carte di debito. Si tratta dell’ultima tappa di un lungo contenzioso che ha impegnato il Garante della concorrenza – confortato anche dalle pronunce dei giudici amministrativi – a garantire la trasparenza delle tariffe.

Leggi l’approfondimento di Assoutenti