I ricercatori del del Texas A&M College of Medicine hanno esaminato 71 pazienti affetti da malattie croniche renali, dividendoli in due gruppi, Successivamente hanno somministrato frutta e verdura ad un gruppo ed un farmaco orale alcalino all’altro, il tutto per la durata di un anno.

Al termine del trattamento, come riportato da wellme.it, le funzioni renali di tutti i pazienti erano simili e le misure urinarie relative al danno renale erano basse in entrambi i gruppi. Inoltre, la misura del plasma total carbon dioxide (PTCO2) era più alta nei pazienti che avevano ricevuto il bicarbonato, rispetto a quelli che avevano ricevuto frutta e verdura. Pertanto, secondo gli scienziati texani mangiare più frutta e verdura potrebbe essere una valida alternativa terapeutica per trattare le acidosi metaboliche e proteggere i reni.