Il Codacons esprime soddisfazione la per mozione approvata al Senato relativa alla moratoria sul gioco.

“L’azione di lobbing del Codacons e dei parlamentari che assieme all’associazione stanno lottando contro il gioco d’azzardo ha avuto la meglio sui meri interessi economici dello Stato e degli operatori di settore – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Ora, alla luce del passaggio della mozione dalla Lega Nord che impegna il Governo a varare una moratoria di 12 mesi sul gioco d’azzardo on line e sui sistemi di gioco d’azzardo elettronico in luoghi pubblici e aperti al pubblico, chiediamo il blocco immediato delle sale VLT (Videolottery) presenti sul territorio, fino al momento in cui il Governo emanerà l’atteso decreto sulla prevenzione delle ludopatie, che da anni aspetta di essere varato a causa dell’illegale immobilismo dell’esecutivo”.

Il Codacons critica poi chi afferma che la mozione approvata oggi arrecherà danni alle casse dello Stato. “E’ assurdo e immorale affermare che, a causa di questo provvedimento, il gettito subirà una pesante riduzione – spiega Rienzi – Al contrario lo Stato ci guadagnerà e parecchio, considerato che i costi sociali legati al gioco d’azzardo e alle dipendenze da gioco sfiorano quota 7 miliardi di euro, e che un singolo giocatore patologico costa allo Stato 38mila euro annui”.