La campagna di comunicazione “Guarda dove metti i piedi!”, promossa da E.ON nel 2013 per la sensibilizzazione dei dipendenti sulla sicurezza, ha vinto il 1° Premio nella categoria Comunicazione Interna dell’International Events and Relational Strategies GrandPrix 2014.
L’International Events & Relational Strategies, giunto alla 21esima edizione, in collaborazione con Assorel, è tra i più autorevoli riconoscimenti del settore dedicato alle tecniche più innovative ed efficaci in ambito marketing e PR.

Il riconoscimento è stato consegnato ieri, in occasione della cerimonia organizzata presso i Magazzini Generali di Milano, ad E.ON e al team dell’agenzia Cabiria BrandUniverse, che ha curato l’ideazione e la realizzazione della campagna.

Anche grazie a questa campagna E.ON ha ottenuto importanti risultati nel corso degli anni in Italia. La performance sulla sicurezza è infatti notevolmente migliorata: dal 2010 a oggi il TRIF (Total Recordable Incidents Frequency, ovvero il numero di infortuni verificatosi per ogni milione di ore lavorate) è stato ridotto del 44% circa.
Anche la frequenza degli infortuni negli impianti E.ON è diminuita: in alcune centrali non si registrano incidenti da oltre un anno.
Attraverso attività formative e di comunicazione E.ON infatti è costantemente impegnata nella diffusione di una cultura condivisa della sicurezza, promuovendo presso il proprio personale la prevenzione e i comportamenti che contribuiscono a evitare infortuni e incidenti, e facendo crescere la consapevolezza dell’importanza del
contributo di ciascuno per la sicurezza di tutti.

La campagna “Guarda dove metti i piedi!” ha inteso sensibilizzare in modo coinvolgente i dipendenti sul pericolo di scivolamenti, inciampi e cadute, riportandone l’attenzione sull’importanza di evitare sempre i comportamenti a rischio.
E.ON ha voluto realizzare una campagna che risultasse ugualmente efficace in due ambienti di lavoro molto diversi come gli uffici e le centrali. Si è scelto quindi di concentrare gli sforzi in spazi di aggregazione comuni a tutte le sedi dell’azienda quali le scale, i servizi igienici e le aree di ristoro, divulgando il concept e i messaggi chiave attraverso diversi mezzi e strumenti quali ad esempio sagome adesive apposte su muri e pavimenti per segnalare possibili rischi, un concorso sulla sicurezza promosso attraverso le tovagliette della mensa e simpatici gadget.
Proprio in virtù dell’esigenza di coinvolgere maggiormente i dipendenti, è stato anche girato e prodotto un video in forma di breve telegiornale, in cui i ruoli di conduttori e inviati sono stati impersonati da bambini scelti tra i figli dei dipendenti. Attraverso le rubriche, ciascuna dedicata ad approfondire un argomento relativo alla sicurezza, è stato dato spazio a tutte le sedi e le centrali. Il filmato, realizzato dalla casa di produzione iDivision, è stato distribuito ai dipendenti attraverso vari canali di comunicazione interna.