Prevista un’attività ispettiva coordinata anche sui call center italiani stabiliti nel Paese

Il Garante per la protezione dati italiano e il Garante della protezione dei dati albanese hanno siglato lo scorso 10 febbraio un Accordo di cooperazione allo scopo di assicurare la tutela dei dati personali dei cittadini italiani e albanesi raccolti e utilizzati da soggetti pubblici e privati che operano in Albania, dove negli ultimi anni molte aziende italiane hanno spostato i centri di assistenza ai clienti.
La cooperazione prevede un’attività ispettiva congiunta presso pubbliche amministrazioni e aziende private, inclusi i call center che operano in Albania, e si svilupperà perseguendo una serie di importanti obiettivi finalizzati allo scambio di esperienze e know-how, alla trattazione dei ricorsi presentati da cittadini di entrambi i Paesi, all’assistenza nella stesura di report e analisi, all’aggiornamento delle norme.
L’accordo giunge a conclusione di una serie di incontri e momenti di scambio formativo tenuti presso il Garante.
Ai fini dell’implementazione dell’Accordo, sono stati individuati dei referenti per ognuna delle Autorità.