In periodi di restrizione economica appare ragionevole per i consumatori tutelare il proprio potere d’acquisto sfruttando il periodo dei saldi per reperire quella merce alla quale si è rinunciato nei mesi precedenti.

Ma state bene attenti a non sprecare questa occasione!

E’ importante tener bene in mente alcune regole per non incorrere in spiacevoli sorprese:

●     In tema di saldi, tra gli obblighi imposti ai commercianti tesi alla tutela dei consumatori, c’è innanzitutto una regola precisa riguardante il cartellino, il quale deve indicare: il prezzo originario della merce, il prezzo scontato e lo sconto applicato al prodotto.

●     Il commerciante è inoltre tenuto a separare in modo netto ed evidente i prodotti in saldo da quelli che non lo sono, in modo da evitare qualsiasi ipotesi di confusione.

●     Controllate che la merce scontata esposta in vetrina sia effettivamente la stessa di quella presente all’interno del negozio.

●     Sull’eventuale presenza di prodotti in saldo difettosi, è comunque assicurata la garanzia da parte del venditore, garanzia che nonostante sia valida per due anni dopo l’acquisto, va comunicata entro 60 giorni dalla scoperta del difetto.

●     Conservate sempre lo scontrino per eventuali cambi.

●     Ricordate sempre che i prezzi esposti vincolano il venditore che alla cassa non può praticare un prezzo o uno sconto diverso da quello indicato.

●     Fate attenzione ai negozianti che applicano sconti esagerati e alla stagionalità della merce: sconti superiori al 50% 60% nascondono spesso merce tutt’altro che nuova.

●     In fine per ottenere un riscontro attendibile confrontate sempre la merce con quella di altri negozi prima di effettuare degli acquisti.

Buon shopping a tutti!

Per qualsiasi problema con gli acquisti  potete consultare http://www.codici.org/acquisti.html