“È evidente che ora si aprono scenari rilevati per quanto riguarda l’ambito della legalità – commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici – l’azienda farmaceutica è stata recentemente sotto i riflettori della cronaca per la questione dei farmaci Avastin-Lucentis. Per questo è del tutto lecito chiedersi quali controlli vengano effettuati sulle grandi case farmaceutiche, se siano sufficienti gli accertamenti preposti dagli organi di controllo e se finora non sia stata data un’eccessiva libertà di movimento a tali aziende”.

Sarà compito delle Forze dell’Ordine stabilire con certezza le responsabilità dei soggetti e le eventuali sanzioni da commissionare alla casa farmaceutica. Sta di fatto che le notizie di cronaca fanno presagire la necessità di un cambiamento di rotta nell’ambito dell’accertamento della legalità dell’operato delle aziende. È necessaria una maggiorazione dei controlli effettuati, oltre ad un miglioramento dell’efficienza degli stessi accertamenti, al fine di attuare anche un approccio preventivo che possa impedire la commissione di irregolarità e reati.