Fonte OIPAMAGAZINE
Si va verso la riattivazione dei servizi per i 220 mila clienti rimasti “intrappolati” nella diatriba che si è aperta tra Bip Mobile (l’operatore mobile low cost) e Telogic (la società proprietaria della piattaforma che fornisce nel concreto la linea). È la novità emersa nell’ultimo incontro che si è tenuto presso l’Autorità per la garanzia nelle comunicazioni. Al tavolo Bip Mobile ha dato la propria disponibilità ad aumentare il numero di MNP giornaliere sino al valore necessario per eliminare il problema delle code nel port out per i clienti che decidono di cambiare operatore. bip-mobile-defaultAllo stesso tempo è stato richiesto a Telogic di riattivare il servizio di voce in entrata considerato che “non comporta alcun costo né per Telogic né per H3G (il terzo soggetto interessato dalla telenovela)”. Telogic, rappresentato dal socio unico Terra Spa, ha dato la sua disponibilità a patto che l’Agcom si esprima favorevolmente al riguardo.

Attraverso un comunicato stampa Bip Mobile ha voluto smentire la notizia diffusa da Terra in merito ad un possibile passaggio di consegne dell’operatore mobile. “Non fu mai raggiunto alcun accordo – sottolineano dalla società – poiché sin da subito avevamo chiaramente manifestato l’esigenza che l’accordo prevedesse alcune condizioni non negoziabili a tutela dei nostri dipendenti e della continuità del servizio verso i clienti, proprio per consentire a Bip di affrontare un percorso giudiziale per la soluzione della crisi di liquidità che destinasse tutte le risorse dell’impresa alla soddisfazione dei creditori di questa, non a vantaggio di chi come Terra aveva intenzione di rilevare l’azienda”. “Il mancato accordo – prosegue la nota – è dipeso dunque dalle condizioni inaccettabili che lei (Terra ndr) ci voleva imporre ed è stato la causa scatenante che ha condotto al noto distacco dei servizi (per il tramite della controllata Telogic) con modalità e tempi che lasciano pensare più ad una ‘vendetta’ che non ad una effettiva esigenza di business”.

Per quanto riguarda l’erosione del credito delle sim subito dai clienti, Bip Mobile nel confermare l’accaduto ha ascritto il tutto esclusivamente alla gestione tecnica della piattaforma di Telogic