La manovra realizzata dal Governo finalizzata all’abolizione dell’Imu non è pienamente condivisa dall’Adoc, secondo cui c’è il rischio che la nuova tassa sostitutiva, la Service Tax, impatti pesantemente sugli inquilini, anche affittuari e non solo sui proprietari.

“Stiamo osservando con molta attenzione gli sviluppi legati all’abolizione dell’Imu – dichiara Lamberto Santini, Presidente dell’Adoc –ad oggi riteniamo sia presente un grande rischio che la nuova tassa che andrà a sostituire dal 2014 l’Imu, ovvero la Service Tax, andrà a colpire pesantemente non solo i proprietari degli immobili ma anche gli inquilini affittuari, con ricadute economiche molto pesanti. Non condividiamo inoltre la scelta di esentare dal pagamento dell’Imu i proprietari di immobili invenduti. A nostro avviso è stato realizzato un vero e proprio “regalo” agli immobiliaristi che, invece di venire incontro alle famiglie abbassando i prezzi degli immobili, rientreranno delle spese sostenute non pagando le rate dell’Imu.”