Un investimento da 800 milioni di euro che produrrà 500 nuovi posti di lavoro e posti di lavoro: questi i numeri dell’accordo siglato dal Governo Italiano e Lamborhini (controllata da Audi, gruppo Volkswagen) per la produzione del suv Lamborghini. La vettura, scrive Mario Cianflone sul Sole 24 Ore Motori, nascerà nello stabilimento di Sant’Agata Bolognese, che verrà raddoppiato passando dall’attuale superficie di 80 mila metri quadri a 150 mila.

Il protocollo d’intesa è stato sottoscritto da Governo, Regione Emilia-Romagna e Lamborghini. Per convincere l’azienda tedesca, si legge nell’articolo, il governo italiano ha messo sul piatto 100 milioni di euro in incentivi fiscali e agevolazioni a vario titolo per assicurare nuovi livelli occupazioni (600 posti). Per questo il Premier Renzi ha ribadito che l’accordo produrrà «come minimo» 500 nuovi posti di lavoro.

APPROFONDIMENTO