Il contagiri installato nella plancia della Jolly Nero, ossia lo strumento elettronico che serve a  misurare i giri del motore, sarebbe stato rotto. La circostanza è emersa in questi giorni dalle indagini relative all’incidente avvenuto al porto di Genova. Proprio il contagiri in avaria avrebbe impedito al comandante e al pilota della nave di conoscere gli effettivi giri del motore e, quindi, di avere una percezione precisa della spinta che aveva la Jolly Nero nei momenti in cui si è verificato l’impatto.

Alla luce di tale notizia, è necessario accertare le responsabilità di quei soggetti, siano essi privati o pubbliche autorità, che hanno eseguito controlli e ispezioni sulla nave nel periodo antecedente il disastro – afferma il Codacons – Occorre cioè stabilire se vi siano state eventuali omissioni o negligenze che hanno portato a non individuare l’avaria al contagiri o a permettere all’imbarcazione di operare nonostante il guasto tecnico.

In tal senso l’associazione ha preparato una apposita istanza presso la Procura di Genova, in cui si chiede di estendere le indagini ai soggetti responsabili dei controlli sulla nave.