“Sul fronte del lavoro oramai l’Italia è il fanalino di coda d’Europa – afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – Basti pensare che un tasso di disoccupazione più alto del nostro paese si registra solo in paesi che versano in condizioni drammatiche come Spagna (a marzo al 25,3%), Grecia (26,7%) e Portogallo (15,2%). E’ evidente che, senza lavoro, l’economia non può ripartire, e il paese sprofonda sempre più nella crisi, alimentando un circolo vizioso che porta le famiglie a non poter spendere, le imprese a chiudere i battenti e il tasso di disoccupati ad aumentare progressivamente”.
“Serve più che mai una seria politica del lavoro, che incentivi le aziende ad assumere e favorisca i più giovani – prosegue Rienzi – I provvedimenti finora adottati dal Governo Renzi, purtroppo, ci sembra che vadano nella direzione opposta, premiando il precariato come misura-tampone”.