Pietro Giordano, Adiconsum:La vera ripresa a partire dal secondo semestre 2014,
ma solo se prevarrà il senso di responsabilità delle forze politiche. Serve taglio del cuneo fiscale per lavoratori/pensionati e liberalizzazione delle professioni.

I dati dell’Istat – dichiara Pietro Giordano, Presidente nazionale Adiconsum – confermano il positivo trend della fiducia dei consumatori, anche se si tratta di un trend non velocissimo.

Adiconsum è convinta che progressivamente si uscirà dallo stato di recessione – prosegue Giordano – se ci sarà grande senso responsabilità delle forze politiche tale da permettere un colpo di reni ad un’economia che ormai da 7 anni è ridotta allo spasimo.

I consumatori avvertono che ciò è possibile, anche se la vera ripresa, a giudizio di Adiconsum, si avrà nel secondo semestre del 2014 e solo attraverso un’immissione di risorse economiche a favore delle famiglie e dei pensionati. Solo così si potranno reincentivare i consumi creando un circuito virtuoso consumi-produzione beni e servizi-occupazione-reddito-consumi.

Per questo – conclude Giordano – è necessario un taglio del cuneo fiscale che dia risorse significative ai lavoratori dipendenti e alle aziende e, non ultima, una lotta del Governo contro le lobby degli ordini professionali (avvocati, notai, farmacisti, taxisti, ecc.) varando delle liberalizzazioni che li riportino ai loro compiti associativi e non alla salvaguardia di privilegi antichi.