È stata una vera e propria odissea quella vissuta dagli sfortunati turisti italiani bloccati da sabato a Cancun e Roatan per l’avaria del Boeing 767 di Air Italy-Meridiana. Inizialmente la nuova partenza era prevista per ieri in mattinata, ma è stata posticipata alla sera. Sembra che l’esito dell’intervento tecnico di riparazione del guasto elettrico, responsabile di tutti i problemi, abbia dato esito negativo, per questo le autorità messicane dell’aviazione civile, d’intesa con i tecnici della Boeing e della direzione aeroportuale, hanno negato il via libera. Il gruppo verrà portato in Italia con un aereo della Tap, la compagnia di bandiera portoghese, che farà tappa a Roatan, a Cancun e poi a Malpensa.

In realtà la storia appena raccontata non sembra completamente nuova. Sono molte infatti, le lamentele degli utenti che si possono trovare su forum e siti internet: qualcuno parla di episodi simili a quello appena accaduto, molti parlano di ritardi all’ordine del giorno, partenze rinviate, aerei molto vecchi, guasti frequenti.

Insomma, se le lamentele dei cittadini corrispondono al vero, non sarebbe forse il caso di programmare degli interventi di manutenzione al fine di diminuire guasti ed imprevisti?

“Quanto successo ai turisti italiani è veramente sconcertante – commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici – Le lunghe attese e i continui rinvii della partenza hanno costituito un disagio molto rilevante per gli utenti, che hanno diritto a rimborsi e risarcimenti per quanto subito. Per questo invitiamo tutti i cittadini che si sono imbattuti in tale episodio a rivolgersi all’Associazione Codici per gli eventuali risarcimenti”.
Per informazioni i cittadini possono rivolgersi alla sede di Codici di Milano, in Via Bezzecca, 3, Tel. 02-36503438 o presso la sede nazionale dell’Associazione, telefonando allo 0655301808.