Sette italiani su dieci in vacanza preferiscono utilizzare la carta di credito per effettuare pagamenti e prelievi di contante. È quanto ha scoperto l’Osservatorio SuperMoney, che nel suo ultimo studio ha analizzato le richieste per il confronto di carte di credito e carte prepagate pervenute al portale tra maggio e agosto 2013 e tra maggio e giugno 2014.
Tra maggio e giugno 2014, ben il 71,80% degli italiani ha preferito portare in valigia la carta di credito, mentre solo il 28,20% dei vacanzieri ha optato per una carta prepagata. Un preferenza conferma anche il trend dello scorso anno: il 63,90% degli italiani in partenza tra maggio e agosto 2013 aveva una carta di credito nel portafogli, contro il 36,10% di carte prepagate.
Il risultato dell’indagine può sorprendere, perché per chi va all’estero le carte prepagate risultano spesso più vantaggiose delle tradizionali carte di credito. L’Osservatorio SuperMoney ha infatti esaminato le condizioni delle carte di credito e delle carte prepagate più vantaggiose per chi viaggia fuori dall’Italia, analizzando in particolare gli aspetti relativi a commissioni e prelievi all’estero.
Le carte prepagate, pur avendo un costo iniziale più alto delle carte di credito, non hanno commissioni né sul cambio né sugli acquisti con divisa estera. Kalixa Pay, prepagata offerta da banca Kalixa, ad esempio, ha un costo di attivazione di 4,95 euro, ma nessuna commissione sul cambio e sui pagamenti in divisa estera. Nessun costo di attivazione, invece, per la prepagata We Swap, che però prevede una commissione dell’1% sul cambio valuta.

Perché allora gli italiani continuano a preferire la carta di credito alla prepagata?
“Le carte di credito sono più versatili”, spiega Andrea Manfredi, Amministratore Delegato di SuperMoney. “Mettendo in valigia la carta di credito non si hanno problemi di liquidità, mentre può essere difficile ricaricare una carta prepagata dall’estero. Inoltre, quest’ultime hanno spesso un plafond di spesa limitato rispetto alle carte di credito”.
“L’ideale” – prosegue Manfredi – sarebbe avere nel portafoglio sia una carta di credito che una prepagata. La prima si può utilizzare per i pagamenti in hotel, per prenotare un volo o noleggiare un’auto, la seconda per effettuare prelievi e piccoli pagamenti”.
Diverso il discorso se prima di partire non si possiede ancora una carta di credito o una prepagata: in questo caso, infatti, bisogna valutare i tempi di consegna della carta. Le prepagate, che non necessitano di personalizzazione, vengono consegnate direttamente in filiale al momento della richiesta e per questo motivo possono essere richieste anche pochi giorni prima della partenza.
Le carte di credito, al contrario, richiedono tempi più lunghi: la carta verrà infatti inviata a casa del cliente entro 15 o 20 giorni dalla richiesta, e solo successivamente verrà inviato anche il codice di attivazione e il pin.

supermomey.eu