L’Ivass conferma il calo delle tariffe rc auto nel corso del 2015, diminuite del -7,5% su base annua. Una riduzione attesa che tuttavia appare ancora insufficiente ad allineare i prezzi delle polizze italiane alla media europea.

“Senza alcuna giustificazione in Italia l’rc auto continua a costare più che nel resto d’Europa – denuncia il Presidente Carlo Rienzi – L’aspetto più grave, tuttavia, è che vi siano ancora differenze di prezzo abissali all’interno del nostro stesso paese. Gli assicurati residenti in regioni come Campania, Puglia e Calabria continuano a pagare tariffe stellari: per assicurare una automobile in Campania, ad esempio, si arriva a pagare il 140% in più rispetto a Friuli e Valle d’Aosta”.

“L’Ivass deve operare affinché si arrivi ad una maggiore equità nel settore rc auto, e perché tutti i cittadini possano godere delle riduzioni tariffarie, non solo coloro che risiedono nel centro-nord” – conclude Rienzi.