Parla il vice presidente Antonio Caricato “Ecco qualche consiglio per ridurre i rischi”
Come di consueto, gli esperti di sicurezza informatica hanno previsto prossimamente un forte aumento dei casi di phishing ed altre tipologie di attacchi informatici.
Iniziando dal cosiddetto Black Friday e proseguendo con il Cyber Monday, fino a Natale, l’esperienza degli scorsi anni mostra, infatti, che il periodo legato alle festività natalizie tende ad essere caratterizzato dalla maggiore vulnerabilità dei consumatori, più sensibili alle numerose offerte alle quali è difficile resistere e più disponibili del solito a spendere in regali per se stessi, per amici e parenti.
“In questa epoca dell’anno siamo tutti un po’ meno cauti – avvisa Antonio Caricato, vice presidente di Konsumer Italia – ma non dobbiamo dimenticare che non siamo i soli ad attendere con ansia i saldi in arrivo on line. Mentre i venditori si preparano per rispondere al boom di visitatori ed i gestori delle infrastrutture finanziarie, banche e sistemi di pagamento, si preparano all’atteso aumento del numero e del valore delle transazioni, anche i cyber-criminali affilano le loro armi, adoperandosi per trovare e sistemi per bypassare gli accorgimenti di protezione”.
I consumatori, insomma, non sono gli unici a trarre vantaggio dall’e-commerce.
Se è estremamente facile e comodo fare acquisti on line anche con uno smartphone, è altrettanto facil“hackerare questi dispositivi e carpire le credenziali bancarie e/o le informazioni personali. “Lsituazione è complessa, soprattutto perché gli utenti non conoscono le misure di sicurezza: sappiamo tutti quanto sia facile scaricare e comprare unapp per i nostri dispositivi, ma sappiamo poco dellprecauzioni da prendere quando usiamo anche i dispositivi mobili per realizzare acquisti” osserva Caricato.
Eliminare completamente i rischi di un attacco è impossibile, tuttavia si possono ridurre. KonsumeItalia invita i consumatori a prestare particolare attenzione alle modalità e tecniche usate dai malintenzionati del web per rubare i dati: trojan allegati alle mail contenenti auguri, buoni scontonotifiche di consegna spedizioni o messaggi pubblicitari; phishing telematico o telefonico; utilizzo del wi-fi gratuito in aree pubbliche; app da scaricare tramite cui vengono rubati i dati personali.
“Sfortunatamente ci sono alcune truffe dalle quali è impossibile difendersi, come per esempio il malware che colpisce i punti vendita e che porta alla violazione delle informazioni delle carte di credito.
Controllate quindi costantemente i movimenti della vostra carta di credito ma, soprattutto, mantenetevi sempre aggiornati ed informati e siate cauti. È l’unico modo per proteggervi” conclude Antonio Caricato “Sul sito di Konsumer Italia tutte le indicazioni per individuare i tentativi di frode cibernetica!”