La prima applicazione su larga scala della catena di blocchi, snellisce la burocrazia nello Stato più popoloso del Mondo

La Blockchain in Cina

Il governo Cinese ha inserito la Blockchain nel suo tredicesimo piano quinquennale di Informatizzazione Nazionale già nel 2015, e da allora lo Stato ha lavorato diligentemente per includere questa tecnologia nella vita di tutti i giorni. Il fatto che questa tecnologia sia stata inclusa nel Piano mostra quanto la Cina punti sulla blockchain, e ciò è stato confermato da un annuncio del governo in cui si dichiara di voler usare “la blockchain per i sistemi di riscossione delle tasse e per l’invio di fatture in formato elettronico”.

Si tratta di uno sviluppo su larga scala, e dato che l’economia Cinese è la più fiorente al mondo (il PIL ammontava a 70 trilioni di RMB, o 10,4 trilioni di Dollari, nel 2016), è anche un test interessante per l’implementazione della blockchain. La Cina ha anche iniziato un test della propria criptovaluta, basandosi sulla stessa tecnologia, quindi le due iniziative potrebbero basarsi l’una sull’altra.

Inoltre, dovremmo assistere anche ad un’implementazione a livello cittadino, dato che molte amministrazioni locali e provinciali hanno iniziato a fare politiche a favore della blockchain. Infatti, un’iniziativa sulle smart cities ha già stimolato la casa automobilistica Cinese, Wanxiang, a integrare questa tecnologia nel proprio modello di business. In più, dei parchi industriali a Chengdu, ad Hangzhou e in altre grandi città stanno utilizzando la blockchain, esattamente come alcune agenzie governative stanno basando la propria ricerca su questa tecnologia.

Le Applicazioni della Blockchain

Gli ultimi sviluppi portati avanti dalla Cina sono un buon esempio di come utilizzare la catena di blocchi per una vasta gamma di applicazioni. Ad esempio, grazie alla trasparenza e alla sicurezza che offre, la blockchain può essere utilizzata per votare alle elezioni governative. Proprio per queste due caratteristiche, il primo passo è stato quello del servizio di tassazione.

I governi non sono gli unici ad esplorare le potenzialità della blockchain: Walmart sta creando un database per proteggere i consumatori da alimenti contaminati e per tenere sotto controllo lo spreco di cibo.

Toyota, invece sta utilizzando la blockchain per accelerare l’entrata sul mercato dei propri modelli di auto autonome, e l’azienda pensa anche di rendere disponibili i dati agli utenti.

Guardando avanti, vedremo sempre più utilizzi innovativi della blockchain, mano a mano che ne scopriamo il potenziale. La trasparenza e la sicurezza sono caratteristiche fondamentali nell’era digitale, e la Cina sembra averlo capito molto bene, mettendo a regime una tecnologia così potente.


Tradotto in Italiano. Articolo originale: Futurism


VISIONARI è un network di imprenditori, scienziati, artisti, scrittori e changemakers che pensano e agiscono al di fuori degli schemi.
Puoi fare domanda per entrare qui: https://bit.ly/visionari-entra

Seguici sulla nostra pagina Facebook per scoprire nuovi progetti innovativi:
Visionari