Roma, 4 giugno 2013 – Secondo l’Adoc, ai fini di un rilancio economico e sociale del Paese, è necessario che il Governo investa profondamente sul miglioramento delle infrastrutture, in particolare sul trasporto su rotaia e via nave.

“Senza un’adeguata e capillare rete di infrastrutture è difficile immaginare un rilancio economico – dichiara Lamberto Santini, Presidente dell’Adoc – occorre investire concretamente sul miglioramento del trasporto ferroviario e marittimo, sia relativamente al trasporto di persone che di merci, sia a livello territoriale che nazionale. Migliorando queste due tipologie di trasporto si abbatterebbe da una parte il costo delle merci, che oggi viaggiano quasi esclusiva mene su gomma, con spese altissime a causa degli elevati esborsi per i carburanti, dall’altra si creerebbero nuovi posti di lavoro. E’ quindi urgente che il Governo focalizzi la sua attenzione su questo punto, se non intende restare indietro rispetto agli altri Paesi.”