Dopo la tragedia sul lavoro in Bangladesh e in Cambogia le aziende europee operanti nella regione asiatica hanno deciso di impegnarsi aderendo al Bangladesh Fire and Building Safety, un accordo realizzato al fine di garantire maggiori livelli di sicurezza per i lavoratori. Per Adoc un’iniziativa necessaria ed eticamente dovuta.

“Era eticamente doveroso che le aziende operanti in Bangladesh si attivassero per migliorare gli standard di sicurezza dei lavoratori – dichiara Lamberto Santini, Presidente dell’Adoc – con l’immensa tragedia occorsa nel Paese asiatico si è superato il limite della sopportabilità, con conseguenze gravissime per le persone e i lavoratori coinvolti. Le condizioni di lavoro, a livello globale, devono essere ottime e in linea con gli standard di sicurezza, un miglioramento è necessario, doveroso e inevitabile”.