I legumi rappresentano un fedele alleato contro varie patologie e sono, altresì, molto preziosi anche dal punto di vista nutrizionale. I fagioli, ad esempio, abbassano la pressione; i ceci, invece, combattono i trigliceridi. Ciononostante, molti rinunciano ai legumi perché spesso, dopo averli ingeriti, lamentano difficoltà di digestione e gonfiore addominale.

Per ovviare ai suddetti problemi è sufficiente un ammollo di 12-24 ore, a seguito del quale la cuticola che riveste il seme si ammorbidisce, diventa più digeribile e richiede un minor tempo di cottura. Mangiare abitualmente legumi significa ridurre l’incidenza delle malattie cardiovascolari e di molte patologie degenerative. I legumi, inoltre, non affaticano il fegato, aiutano a ridurre il colesterolo ed evitano la stipsi.