Seguici su

News

LIBERTA’, MERCATO, CULTURA. NASCE “NEW DIRECTION ITALIA”, RAMO ITALIANO DELLA FONDAZIONE EUROPEA PATROCINATA A SUO TEMPO DA MARGARET THATCHER

Pubblicato

il

E’ nata “New Direction Italia”, il ramo italiano della “New Direction Foundation”, la fondazione culturale europea creata a suo tempo con il patrocinio della signora Thatcher (qui il sito europeo: http://europeanreform.org/ )

 

Le finalità dell’associazione, tratte dallo statuto, sono: “la promozione e l’elaborazione di idee e proposte fondate sui principi di libertà, mercato, concorrenza, tutela della proprietà e del risparmio, libera intrapresa, libera ricerca, riduzione dell’ingerenza pubblica nella vita dei cittadini, delle famiglie e delle imprese, oltre che una salda collocazione anche culturale dell’Italia nell’alveo dell’atlantismo, dell’Occidente, della migliore tradizione della libertà, della democrazia, dello stato di diritto, della promozione dei diritti umani”.

 

L’attività dell’associazione (culturale e non politica) sarà dunque essenzialmente legata ai temi economici in una chiave pro-mercato e ai temi internazionali in chiave transatlantica, promuovendo con convegni, documenti, pubblicazioni e iniziative pubbliche non solo una riflessione su questi temi, ma soprattutto soluzioni concrete e praticabili.

 

Presto saranno rese note le prime iniziative.

 

Sono membri del Consiglio di amministrazione: Andrea Bagnolini, Mariano Bella, Lorenzo Castellani, Alfonso Celotto, Luigi Di Gregorio, Massimo Fantola, Raffaele Fitto, Francesco Galietti, Corrado Sforza Fogliani, Giorgio Spaziani Testa, Sergio Vento. Il presidente è Raffaele Fitto, membro del board europeo di New Direction. Vicepresidente è Corrado Sforza Fogliani.

 

Sono membri del Comitato scientifico: Andrea Asole, Giacomo Bandini, Giovanni Basini, Andrea Bernaudo, Luca Bertoletti, Anna Bono, Emanuele Canegrati, Cinzia Caporale, Roberto Caporale, Federico Cartelli, Marco Casella, Pasquale Corvaglia, Lucio Di Corato, Federico Fischer, Luigi Gabriele, Francesco Giubilei, Ettore Gotti Tedeschi, Michele Guerriero, Giuseppe Guttadauro, Riccardo Lefons, Massimiliano Longo, Stefano Magni, Vincenzo Matano, Aldo A. Mola, Lorenzo Montanari, Giuseppe Morabito, Emanuele Oppes, Giuseppe Pennisi, Antonio Petrillo, Vittorio Pezzuto, Jacopo Piccinetti, Gianmarco Pondrano Altavilla, Giovanni Postorino, Mario Poti, Iuri Maria Prado, Federico Punzi, Paolo Reboani, Alessandro Sacchi, Jan Sawicki, Giacomo Tamborini, Francesco Valli, Fabio Van Loon, Francesco Vatalaro, Dario Vese, Salvatore Zecchini, Alberto Zilio.

 

Il Cda ha indicato come Direttore generale Daniele Capezzone.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

News

Tutti a casa i membri del CDA AMA.

Pubblicato

il

La Raggi revoca l’intero CDA

Roma, 18 febbraio 2019 – La sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato un’ordinanza con cui si dispone la revoca per giusta causa del Consiglio di amministrazione di Ama Spa.

Il provvedimento è stato adottato a seguito di una memoria approvata dalla Giunta Capitolina che prende atto dei disservizi e del mancato raggiungimento da parte della governance degli obiettivi prefissati.

Contestualmente l’ordinanza assegna al Collegio Sindacale di Ama spa la gestione delle attività aziendali per il periodo di tempo strettamente necessario alla ricostituzione del Cda.

Continua a leggere

News

LUCE SULLA POVERTA’ energetica – il 6 marzo alla Camera dei Deputati

Pubblicato

il

Da una idea di Luigi Gabriele ed Agnese Cecchini

Una giornata di lavori per valutare cosa sappiamo della povertà energetica e quali proposte ad oggi sono allo studio tra l’Italia e l’Europa per combattere il fenomeno.

Eventbrite - LUCE SULLA POVERTA' ENERGETICA


La registrazione è obbligatoria. L’accesso è gratuito con abbigliamento consono e obbligo di giacca e cravatta per gli uomini.  I giornalisti, fotografi e cineoperatori dovranno inviare richiesta di accredito all’ufficio stampa della Camera al portale degli accrediti.

Programma
9.30 Registrazioni
10.00 Apertura lavori Agnese Cecchini, Direttore CANALE ENERGIA

Presentazioni

Il fenomeno della povertà energetica:

10.05 Il legame da recidere con l’analfabetismo funzionale Luigi Gabriele, Adiconsum
10.15 I dati in Europa e in Italia
Marina Varvesi, Progetto Smart Up
10.30 Diversi rischi per diversi target
Serena Rugiero, Fondazione Di Vittorio
10.45 Urgenza sociale e climatica, esempi europei
Marine Cornelis, NextEnergyConsumer

Tavola rotonda

11.00 Proposte, strumenti e opportunità  per combattere la povertà energetica
Modera: Ivonne Carpinelli – CANALE ENERGIA

Intervengono: ADICONSUM, Pierpaola Pietrantozzi; Anci, Massimiliano Girolami; progetto Assist, Marina Varvesi;Progeu, Dario Noschese; Università Sapienza, Livio De Santoli

Tavola rotonda
12.00 Povertà energetica: quale percorso strategico per l’Europa e l’Italia

Modera: Agnese Cecchini, Direttore CANALE ENERGIA

Intervengono: Dario Tamburrano, Europarlamentare M5S; Davide Crippa, Sottosegretario Ministero Sviluppo economico; Simone Baldelli, Deputato FI; Gianluca Benamati, PD; Stefano Besseghini,
Presidente ARERA; Carlo De Masi, Presidente ADICONSUM


domande dal pubblico

Continua a leggere

News

VISIONARI LAB -Il potere della tecnologia BlockChain e le funzioni di Hash

Pubblicato

il

BlockChain! Se ne sente parlare sempre più spesso, ma è davvero così sicura come tutti credono?

di Federico Izzo Follow Feb 14

(Credit:Google)

Negli anni ’60, in piena Guerra Fredda, negli Stati Uniti, l’ARPA (Advanced Research Projects Agency) progetta e realizza un sistema di telecomunicazione basato su nodi interconnessi ,ossia computer collegati tra loro, in grado di scambiarsi informazioni in modo veloce e sicuro.

Le necessità principali erano quindi di salvaguardare informazioni di estrema importanza e di rendere efficienti le comunicazioni tra luoghi distanti , e per raggiungere questo scopo si è pensato al decentramento degli archivi informatici.

Ogni computer della rete aveva tutte le informazioni della rete e ogni qualvolta si verificava una modifica di dati nella rete tutti i computer modificavano le proprie informazioni così da essere costantemente aggiornati. Svilupparono una rete basata sul decentramento e sulla condivisione, qualcosa che al giorno d’oggi chiameremmo Blockchain.

BlockChain al microscopio

BlockChain, letteralmente, “catena di blocchi”, è una tecnologia che sta iniziando a fiorire nell’ultimo decennio, ma, come detto in precedenza affonda le sue radici già nei primi anni ’60, con la creazione di ARPANET. 
Il sistema connetteva alcuni computer tra di loro, creando copie dei registri su ognuno di essi.

Continua a leggere sul blog VISIONARI

Continua a leggere