All’interno del Parco Nazionale di Yellowstone si trova un lago spettacolare che ricorda un arcobaleno per i suoi colori intensi e brillanti. Questa meraviglia naturale prende il nome di Grand Prismatic Spring. Con i suoi 100 metri di diametro è la più grande sorgente d’acqua calda degli Stati Uniti e la terza nel mondo. L’acqua che ne sgorga, infatti, può raggiungere i 70° di temperatura. Il lago arcobaleno è una tappa obbligata per una visita a Yellowstone. Il primo parco nazionale al mondo, fondato nel 1872 nello stato Usa del Wyoming, è considerato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. La riserva naturale è celebre per le sue sorgenti calde come la splendida Morning Glory Pool, un coloratissimo “pozzo dei desideri”. Le piscine naturali sono il risultato dell’attività vulcanica che ha portato alla formazione delle Montagne Rocciose.

Il Grand Prismatic Spring si distingue per i suoi colori dai toni brillanti, che lo fanno apparire una gemma incastonata in un cratere naturale. Le sue sfumature concentriche sono spettacolari: il nucleo dall’azzurro intenso è circondato da un verde acqua che sconfina nel giallo e infine nel rosso. Le bellissime tonalità sono opera di batteri pigmentati che crescono ai bordi delle acque ricche di minerali e sostanze nutrienti, come calcio, magnesio e silicati. L’intensità della colorazione è dovuta alla presenza di clorofilla e carotenoidi al suo interno, mentre la tonalità è influenzata dalla temperatura che seleziona un batterio piuttosto che un altro. Così in estate i pigmenti risultano arancioni e rossi, mentre in inverno sono generalmente di colore verde scuro. Per visitare il Grand Prismatic Spring è preferibile una vista aerea, ma è possibile avvicinarsi al lago attraverso un’apposita passerella che conduce fino ai bordi, da cui si può osservare l’acqua che evapora.

Fonte: www.fanpage.it

Foto originale: clicca qui