Un provvedimento abnorme che riporta l’Italia ai tempi bui dell’Inquisizione. Lo afferma il Codacons, commentando la decisione dell’Ordine dei medici di Milano di radiare Dario Miedico per aver messo la propria firma su una lettera che esprimeva perplessità sulle vaccinazioni.

La battaglia avviata nel nostro paese contro la libertà di pensiero è aberrante ed estremamente pericolosa – afferma il Codacons – I medici vengono intimoriti attraverso lo strumento della radiazione dall’albo e non possono più esprimere opinioni sulle vaccinazioni. Una violenza inaudita contro la quale presentiamo un esposto alla Procura della Repubblica di Milano, chiedendo di aprire una indagine nei confronti dell’Ordine dei medici di Milano allo scopo di verificare se la radiazione di Miedico possa configurare le fattispecie di violenza privata e abuso di atti d’ufficio – conclude l’associazione.