Codici: intensificare i controlli a tutela della salute dei consumatori


Oltre un milione e mezzo di articoli di merce pericolosa sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Torino, in un’operazione che ha portato all’individuazione di due responsabili che ora rischiano, oltre alle sanzioni amministrative, fino a quattro anni di carcere.
Tra la merce sequestrata alcuni giocattoli, materiale elettrico e confezioni di colla, materiale molto utilizzato dai bambini sia a scuola che a casa. 
L’operazione è partita dal controllo di un negozio di cui era titolare un imprenditore cinese, proprietario di un maxi capannone nella Chinatown di Milano, il quale procedeva, senza nessuno scrupolo, alla falsificazione dei certificati di conformità degli articoli. 
Il materiale venduto, altamente pericoloso, avrebbe potuto causare danni estremamente gravi per la salute dei consumatori. 

“Siamo preoccupati per la notizia ricevuta – afferma
Davide Zanon, Segretario Regionale Codici Lombardia – ci auguriamo una maggiore attenzione e monitoraggio da parte degli organi preposti, perché la sicurezza dei bambini è una priorità e tutti devono essere attenti a non permettere che accadano di nuovo cose del genere. Alle famiglie ricordiamo di accertarsi di acquistare solo prodotti con marchio CE, anche su questo ci raccomandiamo di effettuare i dovuti controlli sull’autenticità di quest’ultimo”.

L’Associazione Codici, da anni in prima linea nella lotta alla contraffazione, mette in allerta i consumatori e invita le autorità competenti a intensificare la vigilanza e i controlli sulle merci in vendita, in particolare quelle di cui i bambini sono consumatori assidui, come gli strumenti di cancelleria. Vi invitiamo ad inviarci le vostre segnalazioni al link http://www.codici.org/acquisti.html.