Nella Settimana Mondiale della Sicurezza Stradale l’Adoc rimarca il fatto che in Italia il numero di incidenti per milione di abitanti è maggiore del 7% rispetto alla media europea e del 40% rispetto a Paesi come la Germania e la Spagna.

“E’ ancora troppo alto il numero delle vittime della strada in Italia, nel 2012 ci sono stati 62 incidenti per milione di abitanti, contro i 55 della media europea, il 7% in più – dichiara Lamberto Santini, Presidente dell’Adoc – una piaga da estirpare, che va affrontata con tutti i mezzi a disposizione. Non è accettabile che in Germania il numero di incidenti sia inferiore del 40% rispetto all’Italia o che in Francia le vittime siano il 10% di meno.

Nella Settimana Mondiale della Sicurezza Stradale, organizzata dall’Onu, è importante sottolineare quanto sia fondamentale ridurre l’incidentalità su strada, considerando che circa il 15% di tutte le vittime della strada sono pedoni,  che insieme ai ciclisti sono gli utenti più vulnerabili. In tal senso ricordiamo ai consumatori la sussistenza del Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada, amministrato dalla Consap, che interviene a supporto delle vittime risarcendo i danni subiti fino a 5 milioni di euro per danni a persona per sinistro”.