Seguici su

Salute

Molecole motorizzate perforano le cellule tumorali

Pubblicato

il

Fonte: Visionari.org

 

Una nuova tecnica non-invasiva e mirata potrebbe sconfiggere il cancro, comportandosi come il cancro stesso.

Molecole motorizzate azionate dalla luce sono state utilizzate per praticare fori nelle membrane delle singole cellule, comprese quelle cancerogene. La tecnica è promettente sia per portare agenti terapeutici nelle cellule che direttamente inducendo le cellule a morire.

Il dottor Robert Pal della Durham University ha lavorato con ricercatori presso le università di Rice e North Carolina State negli Stati Uniti per dimostrare in test di laboratorio come i rotori delle nanomacchine monomolecolari possono essere attivati dalla luce ultravioletta per girare a due o tre milioni di giri al secondo, aprendo le membrane delle cellule.

“Motori di prova progettati per colpire le cellule del cancro della prostata irrompono attraverso membrane cellulari dall’ esterno e le uccidono entro uno o tre minuti dall’ attivazione”, ha affermato il Dr Pal.

Le cellule hanno mostrato un rigonfiamento della membrana. Questo effetto può essere visto, nell’immagine qui sopra, come delle piccole macchie scure su una cellula della prostata umana (verde acceso), che è sotto attacco da molecole motorizzate.

Individuare cellule cancerogene resistenti

Il dottor Pal, parte del Dipartimento di Chimica e Scienze Biofisiche dell’Istituto di Scienze della Durham University, pensa che le nanomacchine potrebbero rivelarsi efficaci contro una vasta gamma di tumori, compresi quelli che resistono ai trattamenti attualmente disponibili.

“Ci stiamo muovendo verso la realizzazione della nostra ambizione di essere in grado di utilizzare nanomacchine attivate dalla luce per mirare alle cellule tumorali, come quelle dei tumori al seno e dei melanomi cutanei, comprese quelle resistenti alla chemioterapia esistente”

Il dottor Pal, è anche Research Fellow della Royal Society.

“Una volta sviluppato, questo approccio potrebbe fornire un potenziale progresso nel trattamento non invasivo del cancro e migliorare notevolmente i tassi di sopravvivenza e il benessere dei pazienti a livello globale”.

Il dottor Pal ha collaborato con gruppi di ricerca negli Stati Uniti guidati dal professor James Tour presso la Rice University di Houston, Texas, e dal professore aggiunto Gufeng Wang presso la North Carolina State University. I dettagli dello studio sono pubblicati nella rivista accademica Nature.

Ispirato dallo studio premio Nobel

La ricerca ha utilizzato motori basati sul lavoro del Premio Nobel Bernard Feringa, vincitore del premio per la chimica nel 2016. Il motore stesso è una catena di atomi a pale che può essere spinta a muoversi in una sola direzione quando viene alimentata con energia.

Montato correttamente come parte della molecola cellulare bersaglio, il motore può essere posizionato su cellule specifiche e girare quando attivato da una sorgente luminosa.

Il laboratorio della Rice ha creato molecole motorizzate in diverse dimensioni e nanomacchine portapeptidi progettate per colpire e uccidere cellule specifiche. Alla North Carolina State University sono state poi testate le molecole sulle repliche sintetiche delle membrane cellulari.

I motori perforano le cellule rapidamente

A Durham sono stati condotti test su cellule vive, comprese le cellule cancerogene della prostata umana. Questi esperimenti hanno dimostrato che senza un innesco ultravioletto, i motori potrebbero localizzare cellule specifiche di interesse ma rimangono sulla superficie delle cellule mirate senza essere in grado di perforare le cellule. Quando innescati, tuttavia, i motori perforavano rapidamente le membrane.

I ricercatori pensano che in futuro i rotori potrebbero essere attivati con altri mezzi, come l’assorbimento di due fotoni, la luce infrarosse o radiofrequenze, che aprirebbero la strada alla creazione di una terapia fotodinamica nuova, facile ed economica.

La ricerca è stata sostenuta dalla National Science Foundation, dalla North Carolina State University, dalla Royal Society e dall’ Istituto di Scienze Biofisiche della Durham University.

Il dottor Pal e i suoi colleghi di ricerca spiegano di più sul loro lavoro in un video prodotto dalla Rice University.

 


Tradotto in Italiano. Articolo Originale: Durham Univeristy


VISIONARI è un network di imprenditori, scienziati, artisti, scrittori e changemakers che pensano e agiscono al di fuori degli schemi.
Puoi fare domanda per entrare qui: https://bit.ly/visionari-entra

Seguici sulla nostra pagina Facebook per scoprire nuovi progetti innovativi:
Visionari

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Salute

Primato mondiale, la passata italiana Nikel-Free entra in farmacia

Pubblicato

il

La passata di pomodoro entra in farmacia. Esattamente la passata Sfera Agricola conquista il primato mondiale per divenire un prodotto consigliato per specifiche patologie. Sfera agricola, la serra più grande e innovativa d’Italia, proprio attraverso l’innovazione e lo sviluppo dei processi, riesce a produrre ortaggi sono privi di metalli pesanti e quindi indicati per chi soffre di allergie e intolleranze ad essi.
Gia’ dalla scorsa settimana la passata Sfera è in vendita nella Farmacia Giorgio Cassano di Bari ma non solo, nel frattempo infatti il fondatore e CEO Sfera, Luigi Galimberti, sta portando avanti una trattativa che a breve prevedrà l’inserimento in catalogo della Passata Sfera in due consorzi di farmacie del centro Italia. L’allergia ai metalli pesanti, al pari della celiachia, è una novità assoluta sul mercato, novità che grazie all’estrema attenzione verso il consumatore di Sfera Agricola, troverà finalmente una gamma di prodotti idonei e prescrivibili.
Così, la passata Sfera, come tutti gli altri prodotti della gamma Sfera, diventano alimenti funzionali, oltre che più buoni e gustosi e al 100% sostenibili. “ Anche il prezzo corrisponde alla nostra attenzione ai bisogni del consumatore”, dichiara l’A.D Luigi Galimberti. Infatti i prodotti Sfera costano meno dei prodotti di uguale genere più blasonati che si trovano sugli scaffali dei supermercati.
“L’assenza di metalli pesanti soprattutto di Nichel, di residui, il basso contenuto di istamina, il pomodoro anti reflusso, sono caratteristiche e obbiettivi di Sfera Agricola”, conclude Galimberti.
I prodotti Sfera saranno quanto prima arricchiti di principi attivi naturali, quali ferro, iodio, selenio e calcio, grazie ad un progetto portato avanti con l’Università di Pisa. Un progetto che prevede inoltre il controllo e la riduzione dei nitrati sugli ortaggi a foglia.
Sempre meno supermercati e più canali innovativi per Sfera quindi, non è un caso che nelle sedi del Centro Medico Sant’Agostino di Milano verrà venduta la Passata Sfera e verranno prescritti i prodotti Sfera per determinate patologie. Ma c’è di più, l’AD, Luca Foresti, con il suo team medico, sta collaborando con Sfera per sviluppare una gamma di prodotti che rispondono alle esigenze di specifiche patologie.

Continua a leggere

Salute

Scuole. Il 15 marzo sciopero Globale per il clima

Pubblicato

il

Fridays for Future: Federconsumatori aderisce alle iniziative per garantire un futuro al pianeta e promuovere lo sviluppo sostenibile.

La Federconsumatori, da sempre impegnata nella difesa dell’ambiente e nello sviluppo della cultura delle sostenibilità aderisce con convinzione al movimento Fridays for Future.

Una battaglia nata dal coraggio e dalla determinazione di Greta Thunberg, che ha coinvolto giovani studenti in tutto il mondo con l’obiettivo di fermare il cambiamento climatico e garantire un futuro al nostro pianeta.

In tal senso sosterremo lo sciopero globale promosso dagli studenti “School Strike 4 Climate” indetto il 15 marzo per rivendicare il proprio diritto alla giustizia climatica.

L’adesione a tale iniziativa si inquadra in uno scenario più vasto in cui la Federconsumatori è impegnata a promuovere lo sviluppo sostenibile e l’efficienza energetica, nonché a rivendicare un maggiore impegno dei governi per il clima e la tutela ambientale, specialmente alla luce dei dati allarmanti provenienti dai principali osservatori sul clima.

Gli impegni assunti a livello internazionale sono degli obiettivi fondamentali da cui partire, fissando sempre più in alto i limiti alle emissioni di gas a effetto serra e l’incremento della quota di energia soddisfatta da fonti rinnovabili.

Non è solo un problema di ordine economico o geopolitico, ma si tratta di una vera e propria questione di giustizia sociale, che investe le condizioni di vita delle nuove generazioni. Per garantire a loro un futuro è necessario agire con responsabilità oggi: il primo passo è prendere parte alle iniziative che ogni venerdì si stanno diffondendo anche nelle piazze italiane.

Continua a leggere

Salute

Dis-Servizio sanitario. I cassaintegrati i più colpiti socialmente. 70% dei cittadini rinuncia ai farmaci.

Pubblicato

il

Mercoledì 6 febbraio 2019 – ore 13.00
XII Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati

guarda il video dell’audizione:

d

Continua a leggere