Codici ha inviato numerose ‘pressing mail’ al Ministro della Salute Lorenzin, ai componenti della XII° commissione permanente igiene e sanità del Senato; al  Sottosegretario di Stato De Filippo, ai gruppi parlamentari, al Sen.Zanda, all’ On.le Orfini.

“ Lo scopo di queste lettere è sensibilizzare i “vertici” alla nostra richiesta (a nome di tutti i consumatori) di non far passare il ddl da noi ribattezzato #salvamedici, che come ormai noto cita: siano i pazienti a dimostrare la responsabilità dei medici .” commenta L. Gabriele del Codici “ come ben sanno molte vittime di malasanità è piuttosto difficile provare la responsabilità dei medici, specie dopo un decesso, questo disegno di legge serve unicamente a deresponsabilizzare la lobby in oggetto”.

Chiediamo alle istituzioni, rivolgendoci alla loro coscienza, di Indignarsi per questo scempio perpetrato nei confronti dei pazienti e dei loro familiari già duramente colpiti dall’evento di morte o dal caso di malasanità. Restiamo in attesa di un riscontro  e  di essere ascoltati per esporre le nostre motivazioni di contrarietà alla norma.

Chiunque può darci sostegno aderendo alla petizione cliccando qui fermiamo il ddl #salvamedici! ; seguiremo e daremo massima pubblicità sui lavori parlamentari e sulle singole posizioni in merito all’iter del testo.