Gli ispettori inviati in forma di ‘task force’dal ministro della Salute Lorenzin negli ospedali dove sono avvenuti i decessi di donne in gravidanza, hanno rilevato che in 3 ospedali su 4 emergono “stati di criticità di carattere organizzativo e clinico”e”necessità di affiancare gli operatori sanitari alle procedure relative alle condizioni di rischioin gravidanza soprattutto in caso di infezioni” in sintesi questo è quanto emerge in prima battuta dalle indagini.

Nel frattempo un’altra tragedia avvenuta poche ore fa al Cardarelli di Napoli: muore a 20anni dopo un’aborto volontario, la situazione dopo un’emorragia ‘sfugge di mano’! La task force, è nuovamente pronta ad intervenire per accertare i fatti.

“ Dopo i recenti avvenimenti è ancora più urgente fermare il ddl #salvamedici, ci stiamo battendo contro la malasanità da diverso tempo e ci auguriamo che la Lorenzin ritiri il suo appoggio a quest’assurdità che tende a sgravare le responsabilità dell’errore medico”  Commenta Ivano Giacomelli dell’Associazione Codici,  “E’ importante che più gente possibile aderisca alla Petizione che abbiamo lanciato con Rete Consumatori Italia contro il disegno di legge che fornisce ai medici la ‘licenza di uccidere’.

Aderisci anche tu! clicca fermiamo il DDl #salvamedici