I contratti My Way e 4 You offerti fuori dai locali della banca sono da considerarsi nulli: i consumatori che li abbiano sottoscritti possono, dunque, agire giudizialmente per chiedere il rimborso delle rate pagate.

“I contratti My Way e 4 You che siano stati offerti e sottoscritti fuori dai locali della banca, se privi della clausola indicante la facoltà di recesso a favore del cliente, sono da considerarsi nulli”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (http://www.consumatori.it), facendo riferimento alla sentenza numero 1584 del 3 Febbraio 2012 della Suprema Corte di Cassazione.

“Come si ricorderà – aggiunge Dona (segui @massidona su Twitter) – una decina di anni fa questi contratti furono ingannevolmente proposti ai risparmiatori come piani di accumulo a fini previdenziali da Banca 121 (poi Monte dei Paschi di Siena), trattandosi in realtà di mutui finalizzati all’acquisto di fondi di investimento della stessa banca”.

Leggi il comunicato