Il mercato immobiliare si muove perché finalmente le banche hanno deciso di ritornare ad erogare mutui alle famiglie. Lo afferma il Codacons, commentando i dati dell’Istat sulle compravendite immobiliari.
L’incremento dei mutui del 5% nel primo trimestre del 2014 è un segnale positivo ma, se confrontato con i dati degli ultimi 6 anni, assolutamente insufficiente a consentire una decisa ripresa del settore – spiega il Codacons.

I numeri relativi alle erogazioni dei mutui negli ultimi anni non lasciano spazio alle interpretazioni: nel 2007 in Italia i mutui concessi per l’acquisto di un’abitazione ammontavano a 62,7 miliardi di euro, mentre nel 2013 le erogazioni sono state pari a 17,6 miliardi di euro, subendo un un incredibile crollo del -72% in soli 6 anni.

“Di fronte a questi numeri parlare di ripresa per il settore immobiliare appare eccessivo – spiega il presidente Carlo Rienzi – La strada per tornare ai livelli pre-crisi è ancora molto lunga e tortuosa, e c’è ancora molto da fare per aumentare il credito alle famiglie e migliorare le condizioni in favore dei cittadini”.