Durante la restituzione delle rate di un mutuo, può capitare che la nostra situazione finanziaria migliori improvvisamente, grazie ad una vincita o un lascito, dandoci la possibilità di apportare delle modifiche al nostro stile di vita e, perché no, liberarci dalla rata mensile del mutuo on line o tradizionale.

Avendo a disposizione le somme necessarie, come dobbiamo procedere per estinguere il finanziamento anticipatamente? Il mutuo può essere estinto sia parzialmente che totalmente. Con l’estinzione parziale si versa una parte del capitale residuo, alleggerendo così l’importo mensile della rata o accorciando la durata del mutuo. Con l’estinzione totale, invece, si versa tutto il capitale residuo e gli interessi e si annulla totalmente il debito.

A partire dai mutui stipulati dopo il 2 febbraio 2007, con l’entrata in vigore del Decreto Bersani, chi decide di estinguere anticipatamente un mutuo non incorre più in alcuna penale. Si tratta di un gran passo avanti per la tutela dei consumatori, i quali possono inoltrare una semplice richiesta di estinzione alla propria banca senza dover pagare nessuna maggiorazione.

Cosa succede invece ai contratti di mutuo stipulati prima del 2 febbraio 2007? Questi contratti, che prevedevano clausole con penali per l’estinzione anticipata, grazie al Decreto Bersani hanno subito delle modificazioni. Il limite massimo delle penali applicabili, in caso di estinzione, è stato fissato in accordo tra le associazioni di consumatori e l’Abi (Associazione Bancaria Italiana).

La nuova percentuale viene calcolata sulla base della somma di capitale residuo, tenuto conto del tipo di mutuo e della scadenza dello stesso. Prima di firmare il contratto di mutuo è sempre conveniente valutare le clausole e le percentuali che regolano l’estinzione anticipata. Alcuni contratti, per esempio, prevedono il ricalcolo del piano di ammortamento, situazione che riduce notevolmente la convenienza di un’estinzione anticipata.

Per richiedere l’estinzione anticipata del mutuo bisogna rivolgersi alla propria banca e fare richiesta di un prospetto con il capitale ancora da versare e una data di validità del conteggio. Conviene sempre estinguere un mutuo? Per i contratti stipulati prima dell’entrata in vigore del Decreto Bersani, il mutuatario deve valutare bene quali sono i vantaggi di un’estinzione parziale o totale del mutuo.

Per i contratti di mutuo che prevedono un piano di ammortamento definito alla francese, l’estinzione anticipata risulta conveniente se effettuata durante la prima parte dell’ammortamento, nel momento in cui la rata è composta essenzialmente da interessi. Per le estinzioni parziali, il mutuatario deve informarsi sulla modalità utilizzata dalla banca per distribuire il rimborso parziale, ovvero se verrà modificato l’importo della rata o accorciata la durata del muto. In questo caso giocano un ruolo importante non solo gli obiettivi che il mutuatario si è prefissato, ma le condizioni previste dal contratto.

Fonte: supermoney.eu