L’Autorità dei Trasporti, annunciata oggi dal Premier Letta, deve essere un organismo di reale utilità per i cittadini, e le nomine al suo interno non devono rispondere a criteri politici, ma dovranno basarsi su competenze specifiche in materia di trasporti.

Lo afferma il Codacons, che si dice fin da ora pronto ad impugnare nelle sedi opportune nomine inconciliabili con i compiti propri dell’Autorità.

Appare evidente come, all’interno dell’Autorità dei trasporti, debbano trovare posto gli utenti, attraverso le associazioni che li rappresentano – spiega il Codacons – Sono gli utenti, infatti, i fruitori finali del servizio, coloro cioè che meglio di tutti conoscono le criticità nel settore dei trasporti in Italia e possono apportare contributi concreti all’opera di questa nuova istituzione.

Proprio per questo il Codacons propone ai vertici dell’Autorità Carlo Rienzi, presidente dell’associazione che più di tutte in Italia si è battuta sul fronte dei trasporti, e unica organizzazione ad aver avviato battaglie legali che hanno portato nel nostro paese ad importantissime vittorie a tutela degli utenti.