La più grande organizzazione di consumatori nel Lazio

Le Associazioni dei consumatori promotori di Rete Consumatori Lazio considerano il cittadino consumatore e utente un soggetto in costante evoluzione che nelle sue tre dimensioni ha un interesse oggettivo a riformare dalle fondamenta il  sistema politico-istituzionale, economico e sociale.

Per garantire verso le istituzioni e le rappresentanze delle imprese una adeguata forza rappresentativa di questi interessi, hanno promosso un nuovo soggetto sociale caratterizzato da una reale indipendenza da altri soggetti economici, politici, sindacali e sociali e da interessi professionali.

Lo scopo di questa alleanza è la riforma dell’assetto politico-istituzionale che deve assicurare a tutti i cittadini consumatori e utenti il diritto di concorrere con le loro associazioni alla partecipazione politica, economica e sociale al pari delle altre categorie economiche dell’impresa e del lavoro in un quadro di nuove garanzie costituzionali.

Le modificazioni intervenute nell’economia, nella finanza hanno reso ancora più debole il consumatore in particolare per l’asimmetria delle informazioni e delle conoscenze e richiedono un rafforzamento dei diritti fondamentali e il loro ampliamento al diritto di negoziazione dei propri interessi per contrastare un modello economico dissipatorio, scarsamente rispettoso della salute dei consumatori, delle risorse planetarie e dell’ambiente.

Il cambiamento profondo negli stili e nelle condizioni di vita hanno portato a una società completamente diversa da quelle in cui i sistemi di welfare erano stati originariamente progettati. L’innalzamento dell’età media e della speranza di vita, la diminuzione delle nascite, l’uscita delle donne dalla famiglia verso il lavoro remunerato e, contestualmente, i mutamenti nei modi di produzione, con l’espansione dei servizi e la riduzione del settore industriale tradizionale, la crescente volatilità della formazione ricevuta e delle competenze acquisite, rendono i sistemi di welfare tramandati sempre meno sostenibili, sia riguardo alla loro legittimazione, sia riguardo al loro finanziamento. L’utente dei servizi pubblici, alla percezione dell’inadeguatezza rispetto alle nuove esigenze e dei costi crescenti, aggiunge il disincanto rispetto al loro funzionamento concreto, che viene sacrificato trasformando i patti di solidarietà in accordi di collusione neocorporativa a volte sfruttati dalle burocrazie preposte ai servizi, che intercettano una quota non trascurabile delle risorse (sempre più scarse) disponibili.

Per far fronte a questa richiesta di rappresentare adeguatamente il cittadino consumatore e utente e di dare risposte ai suoi crescenti bisogni, le Associazioni dei consumatori maggiormente rappresentative del territorio regionale (AECI, Assoutenti, Casa del Consumatore, Codici, Konsumer Italia,  Primoconsumo) hanno dato vita alla Rete Consumatori del Lazio che rappresenta la più grande organizzazione di consumatori operante sul territorio.

La presentazione ufficiale avverrà oggi 26 gennaio  (alle ore 14:30 presso la“Casa Bonus Pastor”, sita in via Aurelia 208), verrà presentata alla stampa ed alle Istituzioni la Rete Consumatori del Lazio.

 Per registrarsi all’evento