Per analizzare le prospettive della professione del giornalista e il futuro del sistema dei media, anche in Italia, come già ha mostrato l’esperienza compiuta in varie realtà estere, è essenziale conoscere il punto di vista di chi l’informazione la produce direttamente.

È questo lo scopo dell’Osservatorio sul giornalismo, l’iniziativa lanciata oggi  dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, con la quale tutti i professionisti dell’informazione vengono invitati a dare il proprio contributo compilando online (da pc, smartphone o tablet) un breve questionario, disponibile fino al 30 novembre sul sito istituzionale dell’Agcom alla pagina www.agcom.it/osservatorio-giornalismo.

L’Osservatorio è parte integrante dell’indagine conoscitiva “Informazione e internet in Italia. Modelli di business, consumi, professioniavviata con la delibera n. 113/14/CONS, nel cui ambito Agcom sta esaminando l’impatto del processo di digitalizzazione sul sistema dell’informazione, inserendosi nell’ampio dibattito che si è sviluppato, sia a livello nazionale sia internazionale, sullo stato dei media e sulle relative forme di finanziamento al tempo della rete.

 

Obiettivo dell’indagine: cogliere i mutamenti che l’irruzione di internet e il rapido cambio di scenario tecnologico stanno determinando sulla professione giornalistica e sull’organizzazione delle aziende editoriali. I massicci processi di digitalizzazione e dematerializzazione dei prodotti informativi classici stanno infatti trasformando radicalmente il sistema dell’informazione. Si assiste, in definitiva, ad un fenomeno straordinario che rivoluziona il prodotto informativo stesso e frammenta il pubblico e le audience, mette in discussione modelli e forme di organizzazione industriale; un fenomeno, in altre parole, che investe assetti consolidati i cui effetti non sono ancora pienamente evidenti.

Con la sua indagine l’Agcom si propone di analizzare le implicazioni di ordine economico, sociale e culturale dei nuovi modelli di offerta di informazione, anche con riferimento alla parallela evoluzione delle risorse pubblicitarie.

 In questo quadro, l’Autorità ritiene fondamentale acquisire il punto di vista che i professionisti dell’informazione hanno del proprio lavoro; delle criticità, delle sfide e delle opportunità che sono connesse al cambio di scenario in corso; dell’esigenza di definire nuovi ruoli in risposta alla crisi generalizzata del comparto della comunicazione. L’Osservatorio sul giornalismo nasce quindi come strumento di confronto privilegiato e diretto con i giornalisti italiani, nel tentativo di offrire un’analisi censuaria e una piattaforma di condivisione del quadro che verrà a delinearsi.

Ulteriori informazioni sono disponibili alla pagina www.agcom.it/osservatorio-giornalismo.