Intesa tra consumatori e legislatore

Rete Consumatori Italia dà pieno sostegno al provvedimento Morani che verrà inserito nella legge di stabilità

 

La questione della fatturazione a 28 giorni invece che 30 è tornata ultimamente all’attenzione con la decisione di Sky di far pagare il proprio abbonamento mensile ogni 28 giorni, acquisendo l’8,6% in più su un canone già eccessivamente elevato.
Segue, dunque, l’esempio delle compagnie telefoniche (tutte tranne Tiscali) che utilizzano questo trucchetto per mascherare l’aumento delle tariffe.

Le compagnie che operano a livello internazionale hanno attuato questo tipo di manovra soltanto in Italia, paese in cui chi dovrebbe vigilare e regolare tali attività non è riuscito a fermarle.
Le sanzioni comminate dall’Antitrust appaiono irrisorie e ridicole
se paragonate al fatturato delle rispettive aziende, ci rendiamo conto che sono assolutamente minime e vengono, per questo motivo, continuamente ignorate.

Per questo si è reso necessario fare di più ed arrivare ad un provvedimento omnibus nei contratti di servizio.

Una delegazione di #ReteConsumatoriItalia ha pertanto incontrato, oggi 14 settembre, la deputata #PD #AlessiaMorani promotrice di un provvedimento che prevede lo stop definitivo della scadenza a 28 giorni e l’obbligo alla tariffazione mensile per tutti i contratti di servizio, quindi anche luce, gas e acqua oltre a Tlc e pay tv.

Quest’ultimo entrerà a far parte della Legge di Stabilità e si applicherà ai contratti futuri ed in essere.

Rete Consumatori Italia dà il pieno sostegno a questo provvedimento, apprezzando l’impegno della deputata Alessia Morani.