I dati diffusi oggi da Eurispes, secondo cui un italiano su 3 non riesce ad arrivare a fine mese con il proprio stipendio, mentre l’88,1% dei cittadini registra un peggioramento nelle condizioni economiche, dimostrano come siano errate le previsioni di chi vede nel 2014 l’anno della ripresa per il nostro paese.

“Coloro che vedono per l’Italia una luce alla fine del tunnel, hanno evidentemente bisogno di un buon paio di occhiali – afferma il Presidente Carlo Rienzi, commentando il rapporto dell’Eurispes – Al contrario tutti gli indicatori economici  (vendite al dettaglio, consumi, potere d’acquisto, retribuzioni, ecc.) ci dicono che il nostro paese si sta avvicinando di gran passo alla Grecia, e che la situazione economica generale di cittadini e famiglie è in costante peggioramento”.

Il Codacons lancia inoltre oggi un nuovo allarme sul fronte povertà. “Se nel 2012 il numero di italiani in condizioni di povertà relativa era pari a 9,5 milioni di individui, nel 2014 i poveri, considerati anche i dati odierni di Eurispes, potrebbero sfondare e superare quota 10 milioni” – conclude Rienzi.