Sentenza definita storica dagli esperti di diritto di famiglia, la n. 18799/2016 che rimarca il diritto alla bi genitorialità tutelato anche dall’Unione Europea.

Il Tribunale Civile di Roma ha condannato una donna che parlava male dell’ex marito al figlio, a risarcirlo con una multa di 30  mila euro, “palesava disapprovazione nei confronti del coniuge”, recita la sentenza.

Sanzione accompagnata dal monito a cambiare atteggiamento pena la modifica delle condizioni di affido del minore. Questa sentenza, quindi, oltre a sancire il diritto alla bi genitorialità che Codici sostiene fermamente da tempo, andrà ad incidere anche sull’affidamento in caso di separazione o divorzio, qualora il genitore affidatario decida di screditare palesemente l’altro genitore agli occhi del figlio.

Codici apprezza la motivazione di supportare l’ammonizione con una sanzione economica ad effetto disincentivante, sperando vivamente che questo precedente crei giurisprudenza.

Sosteniamo da tempo il diritto alla bi genitorialità e conosciamo purtroppo parecchi casi di sindrome di alienazione parentale, ovvero la condizione in cui il figlio dà vita ad una campagna di denigrazione non giustificata nei confronti dell’altro genitore. Questo comportamento deriva dalla manipolazione ad opera del genitore affidatario.

Ci auguriamo vivamente che l’eccessiva prudenza dei magistrati che veniva usata per alienare il padre, diventi uno sbiadito ricordo.

La tutela dei bambini deve rimanere prioritaria ed il Giudice ha ribadito che: ”al primo posto deve rimanere la salvaguardia della serenità del figlio, ed il diritto di quest’ultimo alla bi genitorialità”.

In questo caso la madre, che come nella maggior parte dei casi aveva il minore in affidamento, non ha cercato di avvicinare il figlio al padre favorendo un rapporto necessario alla crescita del minore, ma ha continuato a screditare l’ex marito.

Codici attiva sul tema da lungo tempo con la Campagna “Voglio papà”, è disponibile a ricevere segnalazioni al seguente link.

http://codici.org/voglio-papa.html