Roma, 25 aprile 2015 – La tecnologia per elaborare e analizzare i documenti è stata determinante nelle indagini di Panama Papers, l’investigazione sulle società offshore condotta dal quotidiano tedesco Süddeutsche Zeitung e il Consorzio Internazionale di Giornalisti Investigativi (ICIJ, per il suo acronimo in inglese). Süddeutsche Zeitung ha ricevuto in maniera anonima una fuga di informazioni di circa 11,5 milioni di documenti, con un volume di 2.6TB di dati, con indicazione delle attività dello studio legale panamense Mossack Fonseca, che ha aiutato i suoi clienti a stabilire società per azioni registrate inparadisi fiscali. Mentre queste entità “off-shore” sono generalmente legali nella giurisdizione in cui sono registrate, l’inchiesta ha dimostrato che alcune società sono stati utilizzate per scopi illeciti, tra cui la frode, traffico di droga e l’evasione fiscale. Una enorme mole di dati che è stata possibile gestire ed organizzare grazie alla tecnologia fornita gratuitamente dalla Nuix. “Si tratta di una quantità enorme di informazioni più di quanto sia mai stato gestito dal giornalismo d’inchiesta: circa 10 volte il volume di dati e cinque volte nel numero totale di documenti in confronto all’indagine Offshore Leaks del ICIJ del 2013″, ha detto Eddie Sheehy, CEO di Nuix. “Allo stesso tempo, è solo un volume medio di documenti nel mondo di eDiscovery o delle indagini normative. Alcuni dei nostri clienti lavorano con volumi simili di dati ogni giorno. Nuix è l’unica tecnologia al mondo in grado di gestire questa grande quantità di dati e il gran numero di documenti in modo rapido e accurato”. “Nuix è un programma di eDiscovery e diinvestigazione informatica, aggiunge Niki Lamanna di Ondata International, partner globale di Nuix in Italia. “Fondamentalmente si ha un motore di indicizzazione molto veloce. Questo motore ci permette di elaborare i file che abbiamo introdotto in Nuix per creare un database in cui possiamo fare consultazioni ed indagini con alte prestazioni. ICIJ e Süddeutsche Zeitung ha utilizzato il software Nuix per l’elaborazione, l’indicizzazione e l’analisi dei dati ed i ricercatori hanno utilizzato la funzione Nuix per il riconoscimento ottico dei caratteri, permettendo loro di cercare il testo nel contenuto di milioni di documentidigitalizzati. Hanno usato Nuix altre funzioni, come ad esempio “Estrazione entità denominata” che permette di estrarre i nomi e altri modelli identificabili, insieme ad altri strumenti di analisi per fare riferimenti incrociati tra i nomi dei clienti Mossack Fonseca e milioni di documenti. Più di 400 giornalisti in 80 paesi hanno studiato i dati prima di pubblicare i primi risultati dell’indagine il 4 aprile 2016 grazie a Nuix che ha donato il software a ICIJ e Süddeutsche Zeitung per questa indagine. Un consulente Nuix haassistito inoltre i ricercatori sulle configurazioni hardware e flussi di lavoro ed i tecnici Nuix non hanno mai visto o manipolati i dati filtrati, compito svolto solo dai giornalisti coinvolti nell’inchiesta. “La tecnologia Nuix era una parte indispensabile del nostro lavoro nelle indagini nei documenti di Panama, come lo era stato nelle fughe di notizie offshore e molte delle nostre ricerche su larga scala”, ha detto Gerard Ryle , del Consorzio Internazionale di Giornalisti Investigativi.   A proposito di Ondata International Ondata International  è un partner globale di Nuix, leader mondiale nel campo dell’investigazione informatica. Ondata distribuisce prodotti Nuix e supporta gli utenti di questa tecnologia in Spagna, Italia e Portogallo. Specializzato in computer forensics, sicurezza informatica e nel recupero dei dati, Ondata ha venti anni di esperienza e presenza in dieci paesi in Europa e in America. Per maggiori informazioni su Nuix:http://www.ondata.es/recuperar/nuix-investigator.htm   Interviste e contatti: info@ondata.es ondata-it.com