I dati sulle pensioni diffusi oggi dall’Inps sono per il Codacons una “vergogna nazionale”.
“I pensionati italiani non riescono a condurre una vita dignitosa e possono considerarsi a tutti gli effetti poveri – afferma il Presidente Carlo Rienzi – Basti pensare che di questi, 2,1 milioni riceve un assegno di importo al di sotto dei 500 euro, cifra inferiore alla soglia di povertà relativa fissata dall’Istat e pari a 594,53 euro per un nucleo di un solo componente”.
“Le pensioni “da fame” del nostro paese sono tra le più basse d’Europa, complice anche una eccessiva tassazione, che risulta più elevata rispetto alla media europea – prosegue Rienzi – Il Governo deve intervenire per migliorare le condizioni di vita dei pensionati, elevando le pensioni e introducendo sgravi e agevolazioni particolari”.