Il “Decreto del fare” del Governo Letta delude le microimprese aderenti a COMITAS. L’ultimo decreto Letta, come quelli del predecessore Monti, ha un nome destinato a deludere. “Fare”, ma cosa? Una serie di frastagliati interventi, senza strategia e metodo, una cosmesi che serve a coprire i problemi, ma non a curarli – afferma Comitas – La sostanza della crisi e del blocco economico, infatti, è rimasta intoccata, e nessuno dei provvedimenti contenuti nel decreto farà realmente ripartire le piccole e microimprese.

Apprezziamo la buona volontà del Governo Letta ma certamente serviva più coraggio e soprattutto servivano segnali concreti, che stavolta la maggioranza allargata avrebbe dovuto lanciare, sulla reale capacità di dare la svolta all’andamento della crisi. Rimangono intatti privilegi, sprechi e sovrastrutture, e difficilmente il Dl Fare consentirà alle microimprese di rialzarsi in piedi e uscire dallo stato comatoso in cui versano – conclude Comitas.