E’ stato siglato l’accordo-quadro da Poste Italiane e le Associazioni dei consumatori, tra cui l’Adoc, teso a migliorare la qualità e la trasparenza dei prodotti e servizi postali. “Aumentare la qualità dei prodotti e servizi postali, nonché la trasparenza, la correttezza e l’informazione verso gli utenti, è un imperativo – dichiara Lamberto Santini, Presidente dell’Adoc – e l’Accordo-quadro siglato oggi dalle Associazioni dei consumatori con Poste Italiane si muove proprio in questa direzione. Come Adoc abbiamo particolarmente apprezzato il rilievo dell’Ad di Poste Francesco Caio sulla volontà di tagliare i servizi commerciali a favore di una maggiore efficacia e fruibilità, per gli utenti, dei servizi postali “core business”.

Crediamo sia opportuno intervenire al più presto sul miglioramento della tracciabilità e della tracciatura della corrispondenza, in particolare per le fatture e le bollette destinate ai consumatori e per l’invio e ricezione dei pacchi postali, anche al fine di promuovere e garantire i servizi legati al commercio elettronico. Abbiamo apprezzato anche la volontà di prevedere una formazione più strettamente consumeristica per gli operatori postali che entrano in relazione con i consumatori, anche per avviare un percorso di recupero con il territorio servito”.

ADOC